fbpx
Skip links

[Covid19] Sospensione Bollette Energia e Gas: cosa c’è di vero?

Dopo la pubblicazione del Decreto “Cura Italia” e l’uscita delle nuove delibere ARERA, c’è stato un forte mormorio riguardo la sospensione dei pagamenti delle bollette di energia e gas. Le voci sono state tante, non sempre chiare e non sempre veritiere e questo non ha fatto altro che creare confusione.

Sono sorte numerosissime domande in merito alla questione. È quindi doveroso fare un riepilogo di quanto è stato deciso a livello Nazionale e fare chiarezza assoluta, dal momento che stanno circolando svariate notizie, alcune vere e alcune purtroppo no.

Nell’articolo di oggi non andremo a ripetere a pappagallo quello che c’è scritto nei decreti e nelle delibere, ma cerchiamo di analizzare attraverso le domande che ci sono state poste, quella che è la situazione attuale in merito all’erogazione dei servizi e il pagamento delle bollette.

Puoi anche guardare la Video Intervista in cui il nostro Direttore Commerciale Andrea Lodolo risponde a tutte le domande.

Le bollette sono state sospese su tutto il territorio Nazionale?

Assolutamente No. Il “Decreto Cura Italia” non prevede la sospensione dei pagamenti delle bollette. Significa che bisogna continuare ad essere il più possibile regolari con i pagamenti.

 

Lo Stop dei pagamenti scatta per alcune categorie?

Si è vero. Resta in piedi, per ora il decreto legge n.9 del 28 febbraio 2020 che fissa la sospensione delle bollette di elettricità, gas, acqua e rifiuti fino al 30 aprile 2020 per i Comuni che appartengono alla prima delimitazione della zona rossa e che trovate all’interno dell’allegato 1 del decreto. I comuni sono 11 (Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Cologno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini, Vo’).

 

ARERA ha bloccato i distacchi per morosità per l’energia? Che significa?

Si è vero. L’ARERA ha deciso di rinviare dal 10 marzo al 3 Aprile le procedure di distacco delle utenze per i clienti morsi.

Ovviamente la procedura non riguarda tutti i clienti, c’è distinzione in base alla potenza e al consumo.

  • Per l’energia elettrica, i clienti interessati sono quelli connessi in bassa tensione
  • Per i clienti gas, invece, sono quelli che hanno un consumo annuo non superiore a 200.000 smc

Quindi se hai un’attività in MT o hai un consumo di Gas superiore a 200.000 smc rimane tutto uguale e il distacco delle utenze per morosità è ancora previsto.

Facendo il quadro completo, questo cosa significa? Significa che di base le bollette bisogna continuarle a pagare, ma se non hai la possibilità di farlo a causa della quarantena, quindi non puoi recarti in posta o in tabacchino a pagare la bolletta, la messa in mora viene posticipata a dopo il 3 aprile e non ti viene staccata corrente o chiusa la fornitura di gas.

 

Sono stati ridotti gli importi degli oneri di sistema, accise o iva nelle bollette?

Assolutamente No. Anche se molti giornali, radio, Tv e alcuni siti internet, ne hanno parlato, i Decreti del Governo e le delibere di ARERA non hanno ridotto gli oneri di sistema. Quindi fate molta attenzione se vi imbattete in venditori che vi vogliono far firmare qualche pezzo di carta per la riduzione degli oneri. Non esiste nulla di simile.

 

Ci sono fornitori che hanno sospeso le bollette dei propri utenti?

Si è vero. Alcune aziende hanno deciso di venire incontro ai clienti che si trovano in difficoltà economica sospendendo temporaneamente il pagamento delle bollette.

Non esiste una lista delle aziende che hanno preso questa iniziativa in quanto è del tutto facoltativa, ma state tranquilli che se il vostro fornitore ha deciso di intraprendere questo provvedimento interno o deciderà di prenderlo, ve lo comunicherà.

Altri fornitori invece della sospensione hanno adottato altre misure, come il rinvio delle scadenze o la possibilità di rateizzare le bollette, in modo da alleggerire la pressione economica.

 

Se sono in difficoltà economica posso non pagare?

Come appena detto, le bollette bisogna continuare a pagarle malgrado tutto. Se si è in difficoltà economica, piuttosto che prendere delle iniziative, vi consiglio di contattare direttamente il vostro fornitore, spiegare la situazione, e vi accordate sulla soluzione migliore da prendere.

In alternativa, per maggior sicurezza, ci si può rivolgere al proprio consulente energetico di fiducia che sarà in grado di rispondere a tutte le vostre domande e saprà consigliarvi sulle soluzioni migliori da adottare.

 

– Manuel Flaugnacco –

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimani aggiornato sulle ultime novità di
EnergetiKa!