fbpx
Skip links

Tutta la verità sul Canone RAI in Bolletta!

Da quando il Canone RAI è stato inserito nella Bolletta di Energia Elettrica ci sono state diverse controversie in merito, tuttavia, giusto o sbagliato che sia, bisogna sottolineare che il Canone RAI è una tassa sul possesso del televisore e quindi bisogna pagarla.

Ma procediamo per gradi: chi è tenuto a pagarla?

Il Canone TV deve essere pagato da chiunque possieda un televisore o un apparecchio che può essere utilizzato come tale.

Non importa quindi se:

·         Nell’abitazione si guardino o meno i canali RAI,

·         La TV non è collegata all’antenna,

·         Non si prende il segnale,

quello che determina il pagamento del canone è il semplice fatto di possedere nella casa di residenza una o più televisioni. 

Il canone RAI, per il 2019, ha un costo di 90 € diviso in 10 rate da 9 € da gennaio a ottobre e viene addebitato direttamente all’interno della bolletta di energia elettrica.

È palese che una manovra del genere, nonostante tutte le critiche che ha ricevuto, è utile allo Stato per avere un maggior incasso e un maggior controllo diminuendo l’evasione.

A questo punto però devi sapere che il fornitore di energia elettrica non ha alcun interesse ad applicarti il canone RAI o meno, ma funge solo da “sostituto di imposta”, cioè incassa i soldi e li gira senza avere un guadagno da questa operazione. I nominativi che devono pagare il Canone RAI vengono comunicati ogni anno dall’Acquirente Unico, cioè l’ente che stila la lista degli utenti con contratto “domestico residente”.

In altre parole, se paghi la fornitura di energia elettrica e NON paghi il canone RAI il tuo fornitore non può sospendere la fornitura!!!

Come NON pagare il Canone RAI?

Sono esenti dal pagamento del canone TV:

·         I cittadini che hanno compiuto 75 anni con un reddito annuo non superiore a 6.713€.

·         I coniugi di soggetti cui è addebitato il canone.

Se non rientri in queste 2 categorie e ritieni di non dover pagare il canone RAI perché NON hai una TV a casa, puoi comunque richiedere l’esenzione presentando la dichiarazione di non detenzione dell’apparecchio TV direttamente all’Agenzie delle Entrate. 

Tale dichiarazione ha validità annuale e i termini per la presentazione della dichiarazione sono i seguenti:

·         Entro il 31 gennaio dell’anno solare di riferimento: ha effetto per l’intero canone dovuto per l’anno di riferimento;

·         Dal 1 febbraio al 30 giugno dell’anno solare di riferimento: esonera dall’obbligo di pagamento per il secondo semestre dello stesso anno;

·         Dal 1 luglio al 31 gennaio dell’anno successivo: esonera dall’obbligo del pagamento per l’intero anno successivo.

Quindi, per far un esempio:

·         Se hai presentato la tua dichiarazione entro il 31 gennaio 2019 sarai esentato per tutto l’anno 2019;

·         Se presenterai la tua dichiarazione entro il 30 giugno 2019 sarai esentato per il secondo semestre 2019;

·         Se presenterai la tua dichiarazione dal 01 luglio 2019 al 31 gennaio 2020 sarai esentato per tutto l’anno 2020.

 

– Manuel Flaugnacco –

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimani aggiornato sulle ultime novità di
EnergetiKa!