fbpx
Skip links

L’inverno sta arrivando! – Ecco perché il prossimo sarà tra i più gelidi e costosi di tutta la tua vita (Se non sai come rimediare!)

L’inverno sta arrivando! – Ecco perché il prossimo sarà tra i più gelidi e costosi di tutta la tua vita (Se non sai come rimediare!)

Tranquillo! Non sto parlando di un’imminente invasione da parte degli “Estranei” con il loro esercito di “Non Morti”, come nella celebre serie Tv GOT, ma quello che ti aspetta, sotto certi aspetti, potrebbe essere anche peggio.

Non parliamo di un racconto di fantasia, ma della cruda e agghiacciante realtà che sarai costretto a vivere nei prossimi mesi, assieme alla tua azienda, se non porrai rimedio immediatamente.

L’Europa potrebbe incontrare un altro inverno molto costoso in termini di spesa per l’energia elettrica. Probabilmente anche più costoso di quello precedente, che ha quasi messo in ginocchio molti imprenditori italiani nei primi mesi del 2017, soprattutto quelli che tendenzialmente hanno un consumo molto alto di energia elettrica e che durante l’anno precedente hanno sottoscritto contratti a prezzo variabile.

Infatti, nei primi mesi dell’anno si sono visti arrivare bollette più care anche del 60% rispetto la norma: non è stato certo un “felice anno nuovo” per loro.

I tuttologi dell’energia che sono andati in giro a sparare offerte a casaccio, promettendo prezzi bassissimi grazie alle condizioni di mercato favorevoli, hanno in realtà bastonato fortemente i loro clienti durante l’inverno 2016/2017.

Ora, ovviamente, si difendono dicendo che poi, durante il 2017, il prezzo si è nuovamente abbassato e che quindi nel complesso gli imprenditori hanno comunque recuperato i soldi spesi e ci hanno in qualche modo guadagnato.

In parte potrebbe anche essere vero, se non fosse per il fatto che il prezzo dell’energia elettrica è attualmente molto più alto di quello dell’anno scorso, ma soprattutto che lo scenario dello scorso inverno rischia di ripetersi!

Sono due i fattori che attestano questo rischio:

  1. I reattori nucleari di EDF (Electricité de France – azienda produttrice e distributrice di energia francese), sono ancora sotto inchiesta.
  2. I livelli di stoccaggio del gas sono bassi.

Ma cosa significa?

Le sostanziali interruzioni di produzione di energia elettrica nucleare francese dello scorso inverno hanno avuto un impatto a dir poco drammatico sul prezzo dell’energia elettrica, non solo in Francia manche nel contesto italiano ovviamente.

EDF al momento ha assicurato che per questo inverno i reattori saranno nuovamente funzionanti, ma il mercato europeo non è poi così certo.
Lo scorso inverno (2016/2017), abbiamo visto un aumento dell’energia elettrica a causa della prolungata interruzione di produzione di energia nucleare degli impianti francesi.

Questa preoccupazione si ripresenta anche quest’anno, dopo che ad agosto è stata annunciata una nuova indagine sui reattori francesi. EDF assicura che non ci saranno prolungate chiusure di produzione durante l’inverno, ma il problema è che, come hanno già dimostrato molte volte in passato, queste indagini non rispettano mai la tabella di marcia prefissata.

Il secondo rischio è che i livelli di stoccaggio del gas sono più bassi della norma. Questo dipende da molteplici fattori, uno tra tutti il fatto che i siti di stoccaggio del gas europeo stanno ancora lottando per riportare a norma i livelli, dopo il crollo dell’anno scorso.

Questo a causa della pessima situazione economia di inizio anno, dell’interruzione di manutenzione dei bacini norvegesi e dell’onda di caldo estivo che ha rinforzato la domanda di energia elettrica.

In altre parole, questi due fattori (insicurezza sulla produzione dei reattori francesi e costi bassi di stoccaggio del gas) messi assieme, potrebbero creare un aumento dei prezzi dell’energia elettrica maggiore rispetto a quello che si è verificato l’anno scorso.

Motivo per cui, se sei uno a cui piace scommettere e vuoi rischiare di prendere un’altra legnata sul collo, più forte di quella dell’anno scorso, allora rimani pure con i tuoi prezzi variabili e vediamo che succede.

Ma se ci tieni alla tua azienda e vuoi avere la certezza di passare un inverno caldo e tranquillo, senza nessuna preoccupazione e senza rischiare di brasare il tuo conto in banca a causa delle bollette dell’energia inaspettatamente troppo alte, allora è meglio se ci pensi su e ti fai consigliare su qual è la soluzione migliore da prendere da un vero professionista.

Ma sbrigati – “L’inverno sta arrivando!”

– Manuel Flaugnacco –

Leave a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Rimani aggiornato sulle ultime novità di
EnergetiKa!