fbpx
Skip links

Il Grande Problema degli Imprenditori con le Bollette di Energia Elettrica!

Sono passati ormai 10 anni dalla completa liberalizzazione del mercato elettrico e il risultato, dal punto di vista di un Imprenditore, è disastroso.

 

La liberalizzazione invece di portare ad una sana competizione tra i vari fornitori ha portato, invece, ad un accanimento dei vari venditori nei confronti degli imprenditori, che pur di gonfiare le proprie tasche hanno massacrato il mercato trasformandolo in una vera e propria giungla.

 

Questo ha fatto si che i vari utenti, giustamente, abbiano perso fiducia nei vari operatori e venditori del settore.

 

Mediamente facciamo circa 247 appuntamenti al mese e non passa giorno in cui non ci imbattiamo in qualche professionista che non ha avuto problemi o che non abbia problemi con il proprio venditore di energia.

 

Le situazioni sono abbastanza simili: le bollette sono più alte del previsto, non riescono a entrare in contatto con il call center, il venditore che gli ha fatto il contratto non risponde al telefono, le bollette non arrivano mai puntuali e la maggior parte delle volte sono sempre stimate.

 

In altre parole un vero calvario!

 

La cosa anche peggiore è la frustrazione e vergogna che si prova quando si ha dato fiducia ad una persona che si era presentata bene, aveva fatto delle promesse incoraggianti e poi alla resa dei conti, tutto è andato storto e ti sei accorto che il tuo fiuto ti ha fatto fidare della persona sbagliata.

 

Se ti può consolare questa situazione succede veramente ad una marea di imprenditori. Troppi per i miei gusti.

 

Le uniche due soluzioni che si è portati a prendere sono quelle di:

 

ritornare con il fornitore del “Servizio di Maggior Tutela”

rimanere con il male che si ha piuttosto che rischiare di prendere un’altra decisione sbagliata.

 

Sul momento, appena si è presa la scottatura, potrebbero anche sembrare delle soluzioni intelligenti da prendere, ma la verità è che sono entrambe più rischiose di quello che potrebbe sembrare.

 

Ecco il perché:

 

  1. Il servizio di maggior tutela ha due lati negativi: il primo è che non ti tutela da NULLA, infatti i prezzi sono variabili e tendenzialmente più alti di quelli che si possono avere sul mercato libero; secondariamente, purtroppo, dal prossimo anno non esisterà più e se non vuoi rimanere in balia del mercato e finire in acque tremendamente peggiori di quelle in cui stai navigando ora, ti devi saper gestire e sapere trovare i fornitori giusti che possono lavorare con te.
  2. Rimanere con il male che si ha non è mai una buona scelta imprenditoriale. La tua azienda deve essere come tua figlia, quindi come tale devi sempre cercare il meglio per lei. Credo che non ci siano dubbi su questo aspetto.

 

A parole questo è vero, ma rimane sempre il problema che, come ho detto all’inizio di questo articolo, il mercato elettrico è diventato una vera e propria giungla e sapersi destreggiare al suo interno è un compito veramente arduo e per poter navigare in questo mare forza 9 c’è bisogno di un comandante che sappia maneggiare bene il timone.

 

Infatti, fermandoci a ragionare un attimo, possiamo dire con assoluta certezza che la maggior parte dei problemi degli imprenditori con le bollette di energia elettrica e gas non è dovuto tanto dai disservizi dei vari fornitori (che ci sono, ma sono facilmente risolvibili), quanto dalla scarsa competenza del venditore che sbaglia qualcosa in fase di contratto (senza volersi nemmeno soffermare sulla sua trasparenza e onestà).

 

Purtroppo, quello che in pochi sanno è che il lavoro del consulente di energia elettrica è un mestiere abbastanza complesso. Certo, saper proporre un’offerta e compilare un contratto lo potrebbe fare un bambino di quinta elementare, ma sapere qual è l’offerta giusta non è altrettanto facile, sapere risolvere eventuali problemi lo è ancora meno, senza parlare della gestione dell’utenza nel caso in cui ci siano lavori straordinari da fare.

 

Insomma, affidarsi al primo ragazzotto in giacca e cravatta che inizia a parlare di percentuali di risparmio o che si mette a fare i conti della serva su un pezzo di carta bianca, non è certo una cosa molto geniale da fare.

 

Oggi più che mai, se sei un imprenditore che ci tiene veramente alla propria azienda e la tratta come se fosse sua figlia, allora hai bisogno di affidarti a dei consulenti di Primo Livello.

 

Consulenti che sanno fare il loro lavoro e che non si preoccupano di te solo fino alla firma del contratto e poi lasciarti da solo, ma che rimangano al tuo fianco durante tutto il periodo di fornitura, che ti contattano se ci sono delle condizioni migliorative, che ti avvisano prima di ogni rinnovo dei prezzi, che sono sempre a disposizioni per ogni tipo di esigenza o per risolvere qualsiasi tipo di problema.

 

Al giorno d’oggi trovare delle pietre così preziose è cosa assai rara, ecco perché quando ne trovi una poi è il caso che non la lasci più andare.

 

Ma come fare per riconoscerla?

 

Beh, non è poi così difficile, basta conoscere le 7 immutabili leggi da seguire prima di firmare un contratto di energia elettrica per la tua azienda.

 

Grazie a queste preziose regole hai la certezza matematica di non sbagliare praticamente mai quando decidi di cambiare il contratto di fornitura di energia e gas nella tua azienda.

 

– Manuel Flaugnacco –

 

PS. SCARICA ORA la Guida Gratuita “Le 7 Immutabili leggi da seguire prima di firmare un contratto di Energia Elettrica per la tua Azienda – Se le ignori è a tuo rischio e pericolo (La N°5 è la più importante).

Leave a comment

Rimani aggiornato sulle ultime novità di EnergetiKa!